home.jpg (2411 byte)
 
  titolino.jpg (9670 byte)ooo
 

Collettiva in villa

altable.jpg (995 byte)

 

 

COMUNE DI RONCADE

Assessorato alla Cultura

Pro Loco

QUEI QUATTRO

IN VILLA GIUSTINIANI

ora Ciani Bassetti

Castello di Roncade

dal 01 al 10 Settembre 2000


MOSTRA DEGLI ARTISTI:

Fiorenza Vincenzi

Gennaro Trabucco

Antonella Cappellazzo

Giovanni Borrotti

 

INAUGURAZIONE:

01 Settembre 2000, ore 19.15

Giorno di chiusura: Sabato 02 Settembre 2000

ORARI VISITA:

dalle ore 10.00 alle ore 12.00

dalle ore 17.00 alle ore 19.00

 

FIORENZA VINCENZI

Pittrice e ceramista. Di Roncade, vive e lavora a Meolo.Inizia a dipingere negli anni ’70. Dal 1982 frequenta l’Accademia Marusso di S.Donā di Piave ed č allieva di Giovanni Cesca e di Adriano Pavan. Completa la sua preparazione pittorica seguendo lo studio del batik con Roberta Tassinari. Il primo incontro con il pubblico, Fiorenza Vincenzi lo fa in una collettiva presso il Centro Culturale "Leonardo da Vinci" di S.Donā di Piave. La sua presenza, poi, č quasi costante nelle mostre della zona, a Meolo, Silea, Roncade, Conegliano… e,ultima nell’ordine, a Fossalta Maggiore – Chiarano TV e Venezia, in cui si possono osservare le diverse esperienze attraverso le quali č passato il suo impegno creativo.

I FIORI DEL MIO DESTINO

VINC1.jpg (40084 byte)

VINC2.jpg (33315 byte)


 

GENNARO TRABUCCO

E’ nato a Napoli il 07/07/53, vive e lavora a Musestre di Roncade, un piccolo paesino in provincia di Treviso; la passione per la pittura č in lui fin dalla pių giovane etā, dipingeva su pezzi di compensato che il padre gli procurava. La poesia, altra passione, invece, nacque pių avanti negli anni, era giā adulto.

Ha partecipato ad alcuni concorsi collettivi di arte figurativa e letteraria.

QUELLO CHE VEDO E SENTO

EDEN.jpg (32044 byte)

Eden - Paradiso perduto

Olio e materia su tela 60X40

 

 

La Regina Nera

Olio su tela 40X30

REGINA.jpg (25652 byte)


 

ANTONELLA CAPPELLAZZO

E’ nata a Treviso il 12/03/62. Diplomata presso il Liceo Artistico (corso serale) di Treviso nel 1992. Seguono corsi formativi presso botteghe di ceramisti regionali. Corsi di sperimentazione su materiali diversi. La formazione č sotto la guida di insegnanti quali Paolo Del Giudice e Lina Sari, da cui apprende le varie tecniche pittoriche con una predisposizione per un cromatismo primario e il piacere della superficie materica. Questi due elementi saranno fusi successivamente attraverso l’uso dell’argilla. Abili ceramisti locali hanno trasmesso le varie tecniche di manipolazione e costruzione di oggetti tramite creta. La continua sperimentazione porta a realizzare effetti cromatici particolari.

LA MIA TERRA, LE MIE MANI


 

GIOVANNI BORROTTI

E’ nato a Pontremoli, Massa Carrara. Attualmente svolge la sua attivitā a Ponte di Piave, fa parte da circa 10 anni dell’Accademia 88 di Spresiano. Inconfondibile il suo stile che si avvale di tinte a pastello che ordinandosi rendono il peso visivo della materia fino a portarle in un solo viaggio nella fantasia. Le modulazioni cromatiche, la resa delle atmosfere che accompagnano i giochi della luce e stimolano l'attenzione emotiva sono i temi principali della pittura di G. Borrotti. L’analisi del linguaggio ci porta ad individuare la compresenza di due livelli di stimolo immaginativo: uno profondo, interiore, che fa leva su sensazioni e prospettive. Il secondo livello s’individua sul piano esecutivo, infatti, affronta la realizzazione senza una chiara visione progettuale: la chiarifica nel momento stesso in cui il pensiero si formalizza.

L’ANIMA DEL PAESAGGIO E DELLE COSE