home.jpg (2411 byte)
 
  titolino.jpg (9670 byte)ooo
 

Passaggi a livello

altable.jpg (995 byte)

 

 
Se ne vanno i passaggi a livello di ca' Tron

vets4.jpg (22164 byte)


 

La Metropolitana di superficie, un vasto progetto regionale di trasporti veloci nell'area delle province di Padova, Venezia e Treviso di cui si parla da alcuni anni, porterà via i passaggi a livello di via Boschi e via Piovega, quelli, che, di fatto, "isolano" Ca' Tron.
vets2.jpg (19321 byte)
Passaggio a livello di via Piovega
Lo sblocco dell'annoso disagio è uno dei risultati conseguiti il 15 dicembre, a Venezia, con la firma di un accordo di programma tra Regione Veneto ed i Comuni di Roncade, Meolo, Musile di Piave, Fossalta di Piave e San Dona' di Piave, atto con il quale si procederà all'estensione della metropolitana da Quarto d'Altino a San Dona' adeguando, di conseguenza, il tratto della Venezia-Trieste che collega i due centri e che attraversa Ca' Tron.
L'eliminazione della barriere, secondo un progetto preliminare già elaborato dal Comune di Roncade e fatto proprio dalla Regione, avverrà con due sottopassi i quali, tuttavia, difficilmente potranno essere completati prima del 2003. Il costo previsto è di 4.500 milioni di lire, 400 dei quali provenienti da risorse comunali e gli altri da fondi regionali e statali previsti da una legge, la n.211, del 1992.

vets1.jpg (21598 byte)

vets3.jpg (32540 byte)
Vecchia stazione di Ca' Tron
In occasione della sigla dell'accordo, avvenuta nella sede della Giunta Regionale del Veneto, alla presenza dell'assessore alle politiche della mobilità, Renato Chisso, il sindaco di Roncade, Ivano Sartor, ha richiamato l'attenzione sui progetti che riguardano Ca' Tron annunciati di recente dalla Fondazione Cassamarca, proprietaria di gran parte dell'area. In essi rientra l'insediamento di istituti di ricerca dell'Università di Trieste sulle biotecnologie in materia agraria - disegno peraltro fortemente sostenuto dall'Onu

anche in vista di interventi di tutela contro la diffusione di produzioni transgeniche in campo alimentare - che renderebbero opportuna una riflessione sul ripristino della vecchia stazione ferroviaria nella frazione.

Con l'intesa raggiunta viene di fatto autorizzata la Regione Veneto a passare dalla fase preliminare della progettazione a quella definitiva - fase che dovrebbe essere ultimata entro il prossimo mese di gennaio - così da poter disporre dei progetti esecutivi per l'estate e procedere quindi all' appalto dell'opera.


 

 

TRASPORTI: SFMR SI ESTENDE AD ALTRI COMUNI NEL VENEZIANO

         (ANSA) - VENEZIA, 15 DIC - Si estendera' tra San Dona' e Quarto d' Altino il sistema ferroviario metropolitano di superficie del Veneto. I rappresentanti dei Comuni di San Dona' di Piave, Musile, Fossalta, Meolo e Roncade hanno sottoscritto con la Regione (per la Giunta ha firmato l' assessore Renato Chisso) l' accordo di programma riguardante le nuove opere da realizzare. L' estensione del SFMR comportera' l' eliminazione dei passaggi a livello, la costruzione di parcheggi di interscambio e ladeguamento tecnologico della linea stessa. L' accordo di programma in questione sara' presentato il prossimo 8 gennaio al Ministero dei Trasporti, con la richiesta di finanziamento.

      Sempre in tema di trasporti ferroviari, la Regione, le Ferrovie dello Stato e il Comune di Portogruaro hanno perfezionato un accordo di programma per l' eliminazione di un passaggio a livello nella frazione di Summaga. La spesa complessiva e' prevista in circa 3 miliardi e 300 milioni, dei quali 2 miliardi 550 milioni a carico della Regione, 150 milioni a carico del Comune e la parte rimanente a carico delle Ferrovie S.p.a. (ANSA).

COM-BOR/FC 15-DIC-00 17:59 NNNN