Gusti classici, gourmet, snack gelato artigianali,
granite siciliane e molto altro
via Vivaldi, 14 - RONCADE

    
 
    

  
   
Asfalto, tocca all'"autodromo" Pantiera
   
   
Da via Roma a via Colonne manto nuovo. Sarà ancora più veloce?
Una spesa di 255 mila euro che però, limitata alla sola base, non darà
risposte alla pericolosità della strada

 
4 agosto 2021

 
Lavori pubblici, tocca finalmente a via Pantiera l'operazione di manutenzione reclamata ormai da molti anni.
L'Amministrazione comunale ha deliberato un impegno di spesa per 225 mila euro per la riasfaltatura fra l'incrocio con via Roma e quello con via Colonne, la strada che conduce a Vallio, intervento che dovrebbe iniziare contemporaneamente alla sistemazione delle parti di sede stradale rappezzati dopo la posa di condutture per la distribuzione di gas metano ad opera dell'azienda AP Reti Gas, di Pieve di Soligo.
Il restyling riguarderà anche il tratto di pista ciclopedonale, purtroppo ancora limitato, fra via Roma e l'area degli impianti sportivi.
  
Una volta rinnovata l'asfaltatura, via Pantiera potrà essere considerata una strada sicura?
Oggettivamente no, e questo essenzialmente per la mancanza - o lo scarso effetto di quelli esistenti - di sistemi di dissuasione della velocità.
Nel tratto iniziale, contraddistinto dalla presenza di frequentati centri di aggregazione, esercizi commerciali ed una densa serie di abitazioni, i limiti sono sostanzialmente non rispettati e, analogamente alle decisioni assunte per altri tratti di viabilità (esempio, via Sant'Antonio - via Castello, a Biancade) un abbassamento alla soglia dei 30 km orari almeno per i primi 2/300 metri a partire dall'incrocio con via Roma non pare affatto un suggerimento irragionevole.
  
Nei chilometri seguenti la conformazione rettilinea, la ristrettezza della sede e la scarsa o assente illuminazione rendono senz'altro rischiosa la fruizione della strada per la pratica sportiva e, in generale, per pedoni e ciclisti. E magari - perché no? - iniziando a declinare il concetto di pericolo anche per gli animali da compagnia di chi abita a ridosso della strada, travolti di frequente da soggetti che nemmeno si preoccupano di prestare soccorso o quantomeno di cercare i proprietari.
In questo caso la proposta avanzata, come soluzione di minima e immaginata realizzabile contestualmente alle operazioni sul manto stradale, è una moltiplicazione degli oggi troppo scarsi dossi rallentatori.
    
Roncade.it
   
Potete seguirci anche su Telegram, collegandovi al canale https://t.me/roncadeit