Gusti classici, gourmet, snack gelato artigianali,
granite siciliane e molto altro
via Vivaldi, 14 - RONCADE

    
 
    

  
   
Mascherine nei parchi, i maleducati ci costano 3.519 euro
   
   
La spesa per ripulire due giardini pubblici è superiore al contributo
per i libri delle medie 

L'assurdo di quando si dice "il problema non è mio perché deve pensarci il Comune"

 
26 luglio 2021

 
Diciassette servizi di pulizia settimanali ai giardini pubblici e sul Parco dell' Isola del Musestre costo di 207 euro ciascuno. Fa 3.519 euro per rimuovere i “rifiuti minuti sparsi soprattutto costituiti da guanti e mascherine utilizzati per il contenimento della diffusione del contagio da COVID 19”.
E' la spesa concordata con Contarina Spa che l'Amministrazione comunale sosterrà per liberare gli spazi pubblici dagli effetti di quelli che sono sostanzialmente degli atti di maleducazione.
Gettare la mascherina in un cestino è evidentemente troppo difficile (“ah, ma i cestini sono pochi e sempre traboccanti”, sarà la replica) e così pare impensabile infilarsela in tasca o in borsa per poi smaltirla a casa.
Degli altri “rifiuti minuti” abbiamo già parlato abbastanza.
  
La voce di spesa, di cui si poteva davvero fare a meno in presenza di un senso civico migliore, assume un significato interessante se la si confronta con quella deliberata per permettere lo svolgimento dei cinque appuntamenti di “Estate che spettacolo”, ossia occasioni ricreative, per quanto modeste, dedicate a bambini e adulti, pari a 3.850 euro.
Porre rimedio ai gesti dei maleducati, insomma, costa quasi quanto far trascorrere qualche ora di serenità serale alle famiglie.
Implica una spesa superiore a quella sostenuta (3 mila euro) per il contributo agli acquisti dei libri di testo a favore delle famiglie in difficoltà degli studenti delle scuole medie.
La pulizia dei parchi di Roncade richiede in quattro mesi più di quanto si spenda in tre anni (3 mila euro) come contributo al Canile di Ponzano Veneto per il mantenimento dei cani randagi e l'inserimento di microchip ai gatti delle colonie.
Sono solo degli esempi, si potrebbe continuare.
  
Insomma, non basta protestare perché i parchi sono sporchi e ci sono bottiglie rotte, ed è molto miope ritenersi accontentati solo perché il Comune risolve il problema: il Comune usa soldi di tutti per una risposta che in questo caso sarà solo momentanea. Due minuti di riflessione in più su a chi tocchi rendere consapevoli le persone dei doveri che hanno verso la comunità di cui fanno parte sarebbero opportuni.
  
    
Roncade.it
   
Potete seguirci anche su Telegram, collegandovi al canale https://t.me/roncadeit