Gusti classici, gourmet, snack gelato artigianali,
granite siciliane e molto altro
via Vivaldi, 14 - RONCADE

    
 
    

  
   
C'era una volta un sacco di banche
   
   
In meno di dieci anni gli sportelli sono dimezzati. E non solo
per fusioni ed estinzioni 

La filiale non serve quasi più, è l'esempio di come il digitale possa
modificare anche lo scenario urbano

 
19 novembre 2021

 
Ce n'erano dieci, sette dei quali in centro storico. Ora sono quattro più Bancoposta. In dieci anni lo scenario degli sportelli bancari a Roncade si è più che dimezzato e nessuno sente nostalgia per quell'epoca.
  
Nel 2011 fa stava aprendo proprio in questi giorni una filiale del Banco di Cividale (oggi CiviBank) chiuso pochi anni dopo.
C'erano insegne di Antonveneta – Montepaschi e di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza, le due ex popolari venete naufragate nel 2017 e passate entrambe in una notte di fine giugno a Intesa Sanpaolo. Istituto, quest'ultimo, già presente a Roncade con una sede in via Vivaldi e che perciò ha chiuso gli sportelli riferibili alle neoacquisite.
Lo spazio in via Roma, dove c'era Veneto Banca, è nel frattempo andato ad una Banca di Credito Cooperativo, la Prealpi-San Biagio, che si trova ad appena 30 metri da una Bcc consorella, la Pordenonese Monsile (ex Monastier e del Sile). Però si differenzia da questa, che rientra nel gruppo bancario nazionale Iccrea, per l'appartenenza al gruppo concorrente Cassa centrale banca.
  
Il sistema delle banche, in sostanza, in dieci anni si è rivoluzionato e, soprattutto, è cambiato profondamente anche il modo di operare dei clienti rispetto agli istituti.
L'utilizzo degli strumenti informatici consente di compiere praticamente tutte le operazioni ordinarie dal proprio pc se non dallo smartphone, il prelievo di contante avviene già esclusivamente alle casse Bancomat e, in ogni caso, il contante è un concetto in progressiva estinzione. L'uso di carte e di applicazioni sul telefonino è ormai un'abitudine quasi ovunque e quasi per tutti.
  
Quello delle banche è forse l'esempio più visibile di come la digitalizzazione possa incidere anche sul panorama urbano, ma di certo la riflessione può essere estesa a tanti altri segmenti delle attività economiche e dei servizi.
Si tratta di intercettare le tendenze e farsi trovare pronti, curiosi e disponibili ai cambiamenti, magari anche solo per evitare quel “panico da Spid” che oggi aggredisce chi, per anni, ha fatto finta che il tema non lo riguardasse. Piaccia o no, non si ferma il vento con le mani.
    
Roncade.it
   
Potete seguirci anche su Telegram, collegandovi al canale https://t.me/roncadeit