Cos'altro ci serve?
   
   
Parcheggi e sampietrini insieme non ci stanno. Si decida
O si tolgono gli stalli o si asfalta. Altrimenti la spesa è inutile
e qualcuno prima o poi si farà male

 
3 settembre 2020

 
La segnalazione è di 15 mesi fa, la reazione è stata nulla.
La situazione del selciato sul lato est di via Roma, all'altezza della farmacia, è perciò diventata quella riprodotta dalla foto di oggi, 3 settembre 2020.
Il confronto parla da sè.
 
Di cosa ci sia bisogno ancora per comprendere che parcheggi e sanpietrini, specie con i pesi delle automobili di oggi, sono incompatibili non si sa.
E non si sa fino a che punto sia lecito buttare denaro pubblico su opere che poi si lasciano deteriorare senza limitazioni.
Almeno fossero posti a pagamento gli stalli sulla pavimentazione fragile, in modo da dedicare i ricavi alla sua manutenzione, qualcosa si potrebbe tamponare. Forse sarebbe più rispettata e comunque gli interventi di ripristino non sarebbero a carico di tutti.
 
Così come sfugge ancora la ragione per cui gli ambulanti, anch'essi con botteghe viaggianti di stazza via via maggiore, non possano essere distribuiti a centro strada, senza stressare la delicata superficie di porfido.
Le argomentazioni connesse alla preclusione che così si creerebbe ai mezzi di soccorso convincono poco e in ogni caso gli interlocutori comunali non le hanno mai spiegate con chiarezza.
Allineati sulla mezzeria di Via Roma probabilmente il numero dei commercianti del mercato dovrebbe essere diminuito ma gli spazi per la loro espansione in aree contigue non mancano. Piazza Donatori di sangue, parcheggio ex Lidl, tanto per citarne un paio. O la stessa piazza del municipio per gli esercizi meno pesanti.
 
Naturalmente ci saranno mille regole che rendono complicata la questione ma esisteranno anche mille deroghe, se c'è la volontà, per aggirare gli ostacoli.
Di fondo c'è l'eterna ricerca di compromessi. Non scontentare troppo chi vuole i parcheggi liberi e sotto la vetrina, l'irritabile categoria degli ambulanti e, insieme, chi sogna una via Roma riservata a pedoni e ciclisti.
 
La foto qui sopra dice, invece, che siamo allo spreco e che ad un certo punto da qualche parte ci si deve mettere, non fosse altro per il fatto che prima o poi qualcuno inciamperà e si farà male.
Dal politico si esigono attributi.
Quindi, o si tolgono gli stalli o si asfalta tutto, costi quel che costi, perchè a costare davvero a tutti, qui, è l'indecisione.
    
Roncade.it
   
    
Potete seguirci anche su Telegram, collegandovi al canale https://t.me/roncadeit