Illustre Geromel-Piano
   
   
I sottoportici: "Con il copia-incolla sai dare il meglio"
Se Roncade è così andiamo un po' a vedere chi ha calato le brache

 
12 giugno 2019

 
LA UMILE VOCE DEI SOTTOPORTICI

... ci siamo presi qualche giorno per riflettere...

Lucidissimo sig. Geromel nonchè assessore, uno pseudonimo è una firma, e una lettera firmata non è anonima, (per giunta inviata alla redazione di Roncade.it con tanto di mittente in automatico!).
Considerarti, si? No? Tanto il raglio d'asino non sale al cielo, ciao!
 
Però a stare zitti si avallano false verità quindi si diventa complici, pertanto è obbligatorio contestare e puntualizzare.
 
Noi, i sottoportici, non potevamo immaginare che con poche verità e alcuni desideri da realizzare a costo zero, si potesse provocare un tal baccano al punto di farti andare a recuperare, lavorando di fioretto con “copia-incolla”, trattati storici di fior di tecnici facendoti fare veramente brutta figura!

Hai letto ma non capito, la voce dei portici. Capiamo, in fondo non sei neanche tu tanto “fresco”!

Complimenti hai dato il ”meglio”, invece noi sottoportici un po' vecchiotti, nati qualche centinaio di anni fa, non siamo stanchi e tutto sommato neanche tanto malandati, facciamo ancora la nostra bella figura e a Dio piacendo, continueremo anche dopo la tua dipartita (politica naturalmente !).

Non ci sembra di essere come dici tu, morti, rinati, diversi e brutti, ci dispiace, ma se ti facciamo tanto “schifo” puoi sempre passeggiare sulla strada. Noi ci divertiamo ad ascoltare cose simpatiche, qualche bestialità, e non manca mai la voce di qualche esilarante sputasentenze come te.

Comunque, ripensandoci, potremmo anche prendere in considerazione i tuoi “preziosi consigli”... ma... no, in fondo anche no, perché non sei il “RENZO PIANO” degli assessori ai lavori pubblici!

Qualche precisazione :

“Carissimo EX assessore, l'attraversamento della piazza di Roncade con la regionale casalese è frutto naturale dell'incapacità gestionale del territorio dei tuoi stimati predecessori avevano il diritto-dovere semplicemente di non autorizzarla.
Era già progettata altrove, invece per i soliti motivi clientelari, commerciali, simpatie ambizioni varie, interessi occulti, (che mai si sapranno), hanno/avete calato le “brache” e ora dai la colpa ad altri, ...“ scaricabarili”, arte raffinata dei politici!

Le persiane e serramenti in allumino non sono brutte, sono orrende!
Tuttavia ancora una volta sono state autorizzate dalla commissione urbanistica con funzioni di “commissione d'ornato”, sovraintendente per le bellezze della nostra città.
Erano abusive?
Voi dove eravate?
... ancora un altro fiore all'occhiello.

Le nuove costruzioni, è vero, non sono solo orrende. Sono scempi irrecuperabili.
Eppure costruite su progetti approvati da una regolare commissione comunale, ci mancherebbe!

É vero a Roncade manca un cinema, e sopratutto il Teatro Comunale.
Anche qui “merito” dell'amministrazione comunale dell'allora sindaco Gilberto Battistella che mise in vendita, all'asta pubblica con un importo base di 6.000.000 (di lire!) con regolare delibera comunale.

Tu ricordi con rammarico che una volta in piazza si socializzava c'erano tanti e diversi negozi di abbigliamento, osterie, bar, trattorie, “casoini”, macellerie e auspichi un ritorno al passato. Ma da quanto hai scritto i poveri “commercianti per hobby” devono essere guidati da tecnici come te.
Ma... su Roncade.it del 27 luglio 2017 si legge la seguente audace opinione sul commercio della signora Zottarelli, sindaco di Roncade che tu sostieni:

(cit.) “Una rivitalizzazione dei centri storici potrà avvenire se nei luoghi fisici delle vecchie botteghe si forniranno servizi più che merci a partire da quelli alle persone sto parlando ad esempio di servizi sanitari o di consulenze fiscali come Caaf o altri finalizzati promozione del territorio”

... c'è qualche cosa che non quadra!!

Anche noi sottoportici storici, senza disturbar nessuno, possiamo esprimere le nostre opinioni e desideri, ormai facciamo parte della storia e della nobiltà del paese-città non possiamo continuare in una “singolar tenzone” con dei peones acculturati!

Noi rimaniamo al nostro posto sicuri che per gli anni a venire i nostri commercianti continueranno ancora a tenerci belli e puliti dalle cacche dei cagnolini al guinzaglio di persone importanti, laureati, tecnici, filosofi del commercio e serbiamo un ricordo molto romantico, ma fiabesco, letto al termine della presentazione del progetto della nuova Piazza Longa... ancora in attesa:

Ecco che un filo conduttore ben visibile
permetterà di collegare il”varco del “crocicchio”
(l'incrocio di Via Roma e via S, Rocco”
con altre zone caratteristiche come il viale delle ville,
l'arboreto del municipio, il cortile delle fontane,
ll Prà delle Oche, la Corte dei Portici, la Cornice Alberata,
il Fondaco dei Dromi, fino alla piazza dell'asola
(attuale piazza Primo Maggio)e, ancora,
al Campiello dei Lavanderi e dei Barcari
( i Giardini Pubblici)

Roncade, 22 marzo 2008


Sempre sperando in una migliore Roncade ci firmiamo
    
I sottoportici
(Dino Lorenzon)