Vogliamo pizza, e tanta!
   
   
Nelle mense scolastiche è il piatto preferito. No minestrine e cous cous, please
Questionario fra i bambini di elementari, medie e materne di Roncade

 
25 luglio 2019

 
Più pizza e meno minestra.
Ci voleva una consultazione formale per capirlo.
Il servizio di ristorazione che cura le mense nelle scuole pubbliche di Roncade – elementari, medie e materne – ha sottoposto alla sua “clientela” un questionario al quale hanno risposto 128 bambini al termine dell’anno scolastico 2018/2019.
  
Il piatto che piace di più, con 55 risposte, è la pizza, seguita a ruota dalla pasta (52) e, a distanze già incolmabili (29), la carne ed il pasticcio.
Solo quattro bambini riferiscono di essere appassionati di minestra, e anche meno quelli che vorrebbero mangiare zuppa, formaggi e ceci.
 
La domanda posta in negativo, cioè quali sono i piatti che proprio non si vorrebbero trovare, vede come risposta record (29) quella relativa al Cous-cous (argomento probabilmente collegato ad un’abitudine alimentare non locale e perciò non familiare se non per una minoranza) seguita dal pesce (23).
  
Relativamente a risposte su altri parametri, c’è un 16% che ritiene la temperatura del cibo “troppo fredda” e un 11% che si lamenta perché le porzioni sono scarse.
 
Incrociando i dati con la frequenza settimanale alla mensa si scopre poi che più di otto bambini su dieci se ne servono al massimo due giorni la settimana.
Perciò ecco la soluzione ideale per gli esperti di catering scolastico che salva anche i sani principi di equilibrata alimentazione: pizza calda e abbondante tutti i giorni con bambini felici e probabilmente anche più entusiasti e brillanti. Peccato per la birra.
    
Roncade.it