Risiko Lidl
   
   
Il punto vendita trasloca da piazza 2 giugno al Consorzio agrario
Rotatoria fra via Vivaldi e via San Rocco in previsione di un raccordo con l'area artigianale. E del capannone dei tedeschi cosa ne facciamo?

 
15 febbraio 2018

 
Il Lidl se ne va da Piazza 2 giugno e prende casa accanto al Consorzio agrario, in via San Rocco, dal quale acquisirà - attraverso la mediazione della società "Genuine" srl, di Roncade - un volume grosso modo corrispondente a quello che lascia.
Il progetto, secondo i piani, dovrebbe concretizzarsi entro il 2018.
 
Contestualmente a carico della società tedesca sarà realizzata una rotatoria alla confluenza fra via San Rocco e via Vivaldi (il cui importo va a compensare gli oneri di urbanizzazione) oltre ad un marciapiede sul lato sinistro della stessa via, a partire dal Consorzio, in direzione Monastier, quest'ultimo per un valore di 115 mila euro.
La rotatoria, in proiezione, potrebbe risultare particolarmente interessante in una logica di collegamento fra l'area artigianale e via Vivaldi, creando in questo modo una specie di "circonvallazione" grazie alla quale i mezzi pesanti che normalmente attraversano il centro potrebbero evitare il tratto di via Ca' Morelli per raggiungere (o provenendo) dalla Treviso-Mare.
Il vantaggio immediato, in ogni caso, sarà quello di indurre un rallentamento della velocità su via Vivaldi, punto delicato data la vicinanza delle strutture scolastiche.
  
Cosa ne sarà dell'attuale sede del Lidl è tutto da vedere.
Il proprietario probabilmente la cederà ad un altro privato.
Ma non si può non considerare come questa sia anche un'occasione buona, forse irripetibile, per cominciare a ragionare sulla mai risolta questione della mancanza di spazi da destinare ad eventi pubblici, vale a dire quelle sale polifunzionali (assemblee, convegni, teatro etc) presenti in tutti i comuni confinanti ma assenti a Roncade. Posizione centrale, parcheggio in abbondanza, vicinanza a biblioteca e scuole.
Una riflessione si impone.
    
Roncade.it