Cop anticacca cercasi
   
   
Vivibilità urbana non è solo limite di velocità
Per i controlli notturni nei week end 2.900 euro scarsi. Il pericolo sulla strada è la prima emergenza, i maleducati con cane però aumentano

 
12 giugno 2018

 
Duemilanovecento euro scarsi per potenziare i controlli al di fuori degli orari di servizio ordinari della polizia locale.
Il denaro che evidentemente può essere reso disponibile per operazioni di "prevenzione e repressione" di illeciti in materia di "sicurezza stradale e vivibilità urbana" dalle casse municipali a tanto ammontano. E sono risorse, viene anche precisato nella delibera in cui si autorizza il programma, che provengono dalle sanzioni. Più multe più strumenti per fare più multe, in parole povere.
  
Non è tuttavia il castigo del trasgressore quello che importa davvero. La multa dovrebbe avere una funzione "educativa" e dal controllo su strada si attende l'effetto di deterrenza contro la guida pericolosa, in stato di ebbrezza o per assunzione di altro (sostanze di consistenza polverosa non è che ne manchino nelle notti roncadesi, non facciamo gli ingenui...).
In pratica, l'obiettivo del provvedimento è di intensificare la vigilanza fino all'1.00 nelle notti di venerdì e sabato fra luglio e settembre.
  
Per quanto, un risultato di minima che da solo susciterebbe una certa riconoscenza sarebbe quello di svergognare quei due o tre conduttori notturni di cani, purtroppo sempre così smemorati rispetto al fatto di portare con sè la bustina per la raccolta dei bisognini solidi dell'animale.
Con rispetto parlando per il cane.
  
    
Roncade.it