TITY.jpg (7413 byte)
   

Iacono

stressato?

   
JACK.jpg (5663 byte)
         
Il Polo chiede perchè non sia il direttore generale a progettare la nuova organizzazione della macchina comunale.
Iacono: sto benissimo come ogni veneto doc che lavora senza sosta
  
28 gennaio 2005

COMUNICATO STAMPA

Il Gruppo di opposizione "COERENTI NEL CAMBIAMENTO - POLO PER RONCADE" , in seguito all' articolo comparso sulla stampa del 25 gennaio u.s. con riguardo a "Un manager per riorganizzare l'Amministrazione Comunale" ritiene doveroso affermare il proprio disappunto e le proprie preoccupazioni riguardo alle affermazioni in esso contenute.

Pare infatti rilevare che a Roncade i dipendenti dell'Amministrazione Comunale non possano comprendere il significato profondo della riorganizzazione dell'Ente perché essi stessi sono definiti "fastidiosi e dipendente statale standardizzato"

Questa affermazione per chi conosce di persona la professionalità e la disponibilità dei dipendenti del Comune di Roncade, suona come offensiva.

Venendo poi alla questione politica, ci pare ingiustificato la scelta della consulenza esterna ancorché così qualificata e ci domandiamo perché la riorganizzazione non avesse potuto essere effettuata dal Segretario nonché Direttore generale del Comune che non può, per il suo ruolo, non conoscere la realtà che dirige.

Troppi impegni?

Gruppo Consiliare
Coerenti nel Cambiamento - Polo per Roncade


30 gennaio 2005

Egregio Direttore,

mi permetta, più per scaramanzia che per coerenza, di rassicurare l'autore dell'ultimo comunicato stampa del Gruppo consiliare " Coerenti nel Cambiamento - Polo per Roncade" dal quale trapela, come da Lei ben evidenziato nel titolo un "Iacono stressato", di godere di ottima salute sia fisica che psichica.

Anzi dico di più, come ogni veneto doc più lavoro e più mi sento forte. Sono in grado di affrontare qualsiasi attacco anche i più subdoli.

Per quanto poi riferito al fatto che avrei potuto svolgere il lavoro affidato al prof. Garlatti voglio precisare, ancora per coerenza, che il cambiamento di rotta è dovuto alla spesa. Infatti il mio lavoro sarebbe costato all'Amministrazione oltre 10.000,00 Euro rispetto ai 9.000,00 impegnati.

Mi permetta infine di difendere i dipendenti comunali per l'immagine che scaturisce dall'articolo richiamato di "statale standardizzato" perchè così non è. Da tempo tutti si sacrificano con impegno e serietà sebbene sotto organico e con più servizi da soddisfare. Spero che finalmente tutti si accorgano di questo e diano il contributo di cui hanno veramente bisogno i dipendenti ed i cittadini. Sono convinto che il lavoro iniziato risolverà anche questo problema nella convinzione che tutti saranno coerenti nel cambiamento.

La saluto cordialmente.

Luigi Iacono