TITY.jpg (7413 byte)
   

Ricordare

le foibe

   
FOIBE.jpg (12359 byte)
         
Lettera al sindaco e ai cittadini di Boris Mascia.
Rubinato: giusto farlo
  
9 febbraio 2005

Al Signor Sindaco
di Roncade
Avv. Simonetta RUBINATO
SEDE

A tutti i RONCADESI
per tramite dei siti www.roncade.it
www.roncadenews.it

Oggetto: Legge 30 marzo 2004, n.92 "Istituzione del "Giorno del ricordo" in memoria delle vittime delle foibe, dell'esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale e concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati"

Ho personalmente apprezzato che lo scorso 27 gennaio finalmente anche l' Amministrazione Comunale di Roncade abbia doverosamente richiamato l'attenzione di tutti Noi Cittadini sugli orrori che furono perpetrati nei lager durante l'ultimo conflitto mondiale, facendosi Ella promotrice di un momento di raccoglimento pubblico nella data assurta a giornata della memoria della Shoah.

Perciò mi appello ora formalmente alla Sua personale sensibilità di primo Cittadino e di Italiana per richiedere anche un piccolo segno di giustizia storica oltreché di umana pietas per tutti quegli Italiani vittime dell'odio comunista, sfociato in episodi altrettanto feroci e brutali -come quelli delle uccisioni naziste, anche se numericamente meno evidenti - quali l'orrenda pagina delle Foibe e la triste vicenda dell'Esilio di migliaia di loro, cacciati dalle terre di Istria, Venezia-Giulia e Dalmazia con la violenza e sotto minaccia della vita...
Quel martirio fu sconfessato per decenni dalla Nazione e negato dalla "storiografia ufficiale" per biechi interessi di parte.

Se è oltremodo giusto rigettare demagogici atteggiamenti revanscisti va però ora dato un segno inequivocabile verso la pacificazione nazionale rimediando ai torti passati.
Perché l'oblio - mi permetto di mutuare alcune parole del Suo messaggio ai Roncadesi per il 27 gennaio - non stenda la sua opaca coltre sulle sofferenze di tanti nostri Fratelli Italiani e l'assurdo dell'odio di una parte verso l'altra non turbi mai più la pace del nostro Paese ed anche della nostra operosa Comunità, chiedo a Lei, in qualità di nuovo Sindaco della Città di Roncade, di unirsi al sottoscritto nel mio personale invito affinché tutti i Cittadini offrano domani, 10 febbraio 2005, un momento del loro tempo alla memoria anche di quelle vittime.

Ricordo, a margine di questa mia lettera aperta e senza vis polemica, che lo scorso anno mosse sempre da me la discussione in Consiglio Comunale sul tema in oggetto, richiedendo peraltro in quella sede l'intitolazione di una Via/Piazza, tra quelle di nuova previsione, alla memoria dei "Martiri delle Foibe ed agli esuli Giuliano Dalmati", rimanendo quest'ultima istanza disattesa.

Boris MASCIA
Consigliere Comunale


9 febbraio 2005

È convincimento profondo mio e, ne sono certa, di tutti gli amministratori di Roncade che la violenza e l’intolleranza, da qualsiasi ideologia o parte politica siano generate, vadano stigmatizzate con fermezza. Come ho chiesto ai roncadesi, e ho osservato io stessa, di fare un minuto di silenzio a commemorazione delle vittime della follia nazifascista lo scorso 27 gennaio, mi appello ora alla sensibilità dei miei concittadini perché domani, in occasione della prima giornata a ricordo delle vittime innocenti delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata, tengano unitamente a noi amministratori a mezzogiorno, nel luogo in cui si trovano, un minuto di silenzio.

A Roncade non c’è un monumento dedicato all’orrenda pagina delle foibe, non essendo stata la nostra comunità toccata direttamente. Ciò non toglie che sia venuto il tempo di ricordare anche quella pagina buia della storia recente e di farla conoscere ai più giovani per evitare che si ripetano in futuro le condizioni in cui simili tragedie si consumano.

Il Sindaco
Simonetta Rubinato