TITY.jpg (7413 byte)
   

Allarme cava

Suggerimenti

   
CAVA.jpg (13988 byte)
         
Il consigliere Maurizio Guerra analizza il rischio ed avanza proposte per ostacolare l'attività estrattiva
  
27 gennaio 2005

Purtroppo quella che era una mia personale preoccupazione si è trasformata in realtà. Leggendo il giornale di venerdì 21/01/05 apprendo della decisione da parte della commissione regionale e del parere favorevole della provincia dell' approvazione di una nuova cava in località S. Cipriano in via Stradazza. Come giustamente ha detto l' Assessore all' ambiente del nostro comune anche io sono convinto che il nostro territorio abbia e stia ancora oggi dando troppo.
L'errore è ancora più grave se si considera che viene messa a repentaglio una zona del territorio già di per se molto fragile e delicato ed a rischio inondazioni.
Debbo però ricordare sia all' Assessore che al Sindaco di Roncade che i fatti da loro descritti non corrispondono del tutto alla realtà. Quando venne presentato alla Regione Veneto il piano delle aree "protette" del nostro territorio, l'amministrazione fece, a mio parere, un errore e cioè inserì tutte le aree agricole in quelle che non potevano essere soggette a escavazione senza lasciare la percentuale richiesta dalla regione a disposizione per eventuali cave (da dove si può ricavare l' argilla? ).
Certo questo non giustifica la decisione presa dalla commissione tecnica regionale e della commissione tecnica provinciale di far aprire questa nuova cava e possibile futura discarica.
Altra importante valutazione: ritengo che, sia la commissione tecnica regionale sia quella provinciale, non abbiano valutato il fatto che per arrivare in quel sito di via Stradazza non ci siano strade idonee al passaggio di mezzi pesanti.

Alla luce di questa valutazione mi permetto di proporre le mie osservazioni.
1)    al di là ed al di sopra delle appartenenze politiche noi che viviamo con responsabilità e sensibilità i problemi di Roncade riteniamo, come gruppo di opposizione di Roncade ( Coerenti nel Cambiamento- Polo per Roncade ), che non si debba scavare nel territorio previsto a S. Cipriano.
2)    che faremo tutto il possibile per sensibilizzare i cittadini di Roncade anche con manifestazione in piazza se necessario.
3)    ripropongo, con nuovo slancio ed una ulteriore motivazione, l'osservazione alla variante del P.R.G. da me presentata e sottoscritta da numerosi cittadini di Roncade, che prevede venga tolta la previsione della strada che partendo da via Belvedere prosegue per via Stradazza, e che proseguendo poi, verso Nord, esce in via Longhin. Perché è evidente che eliminare con ordinanza del Sindaco l'accesso ai veicoli pesanti in via Stradazza e progettando in maniera diversa la viabilità si eviterebbero faticosi ed onerosi contenziosi.

Se il Sindaco e il consiglio comunale, tutto, vogliono cercare di bloccare questa nuova cava si deve innanzitutto fare in modo che la via Stradazza non venga allargata perché così com'è di sicuro non permette il passaggio dei camion o quanto meno il Comune avrebbe una motivazione in più per fare ricorso. Se venisse approvata, in consiglio comunale, la strada inserita nella variante al P.R.G. sarebbe gravissimo e saremmo legittimati a pensare che sia il solito giochetto di scaricare la colpa agli altri, Regione e Provincia, e in verità spalancare le porte affinché si proceda con questa nuova cava.

CONSIGLIERE COMUNALE
                              Maurizio Guerra