TITY.jpg (7413 byte)
   

Consiglieri

ondivaghi

   
SIMO1.jpg (11646 byte)
         
Rubinato smentisce vi siano iniziative popolari atte a rivedere i progetti su via Montiron.
Progetti, ricorda quindi il sindaco, approvati anche con i voti di quei consiglieri che oggi remano contro
  

 

22 settembre 2004

COMUNICATO STAMPA

Rubinato: "Via Montiron, i consiglieri Guerra e Meneghello cambiano idea?"

"Non c’è nessuna petizione per salvare via Montiron. Il 19 luglio scorso è stata consegnata all’Amministrazione un’osservazione alla variante, con la quale si chiede lo stralcio dei due nuovi insediamenti abitativi previsti in via Montiron e che il Consiglio comunale valuterà attentamente - afferma il sindaco - Il p.i.r.u.e.a. e il p.e.e.p. in cui sono inseriti gli insediamenti che i consiglieri adesso contestano, recepiti senza modifica alcuna dalla variante generale al piano regolatore adottata nell’aprile scorso, sono stati a suo tempo votati favorevolmente in consiglio comunale sia da Guerra che da Meneghello. Se hanno cambiato idea, perché non mi portano delle proposte alternative? Come è nel nostro stile, saremo disponibili a discuterle".

Simonetta Rubinato stempera con queste parole l’allarme creatosi a Roncade, in merito alle voci di una raccolta di firme per salvare via Montiron messe in giro ad arte dall’opposizione.

Rubinato entra quindi nel merito.

"Il consiglio comunale, anche con il voto di Guerra e Meneghello, aveva votato a favore dei due piani urbanistici, evidentemente valutando che una sessantina di appartamenti a costo convenzionato potevano risolvere il problema casa delle fasce meno abbienti della popolazione e che un park di 140 posti auto, vicino al centro storico, avrebbe ridotto la cronica mancanza di parcheggi del nostro Comune". "Come nuovo sindaco non posso stralciare arbitrariamente una scelta condivisa quasi all’unanimità dall’amministrazione precedente. Garantisco tuttavia ai cittadini di via Montiron che staremo bene attenti alla viabilità e alla sicurezza del quartiere e che, se si renderanno necessari degli adeguamenti, il consiglio comunale li valuterà con la necessaria attenzione".