TITO2.jpg (4360 bytes)
   

Lettere

di Guerra

   
GUERRA.jpg (9599 byte)
         
Il consigliere di opposizione insiste su disagi di varia natura esistenti a San Cipriano e fino ad oggi mai affrontati seriamente
  

 

23 agosto 2004

Luci inadeguate, segnaletica insufficiente, asfalto disastrato e acque stagnanti.

E' lo scenario descritto dal consigliere comunale di "Coerenti nel cambiamento" Maurizio Guerra in una serie di tre distinte missive inidrizzate all'amministrazione comunale di Roncade e riguardanti, in particolare, la frazione di San Cipriano.

Guerra segnala, per iniziare, una "totale mancanza di segnaletica stradale verticale ed orizzontale in via Trento Trieste a San Cipriano", situazione resa critica anche in considerazione della "pericolosità della strada stessa" con "case a ridosso della carreggiata, alta densità abitativa, manto stradale in gravi condizioni di degrado, illuminazione insufficiente, lavori in corso nella Chiesa vecchia".
La via, che costituisce un "collegamento fondamentale tra due zone della frazione", dovrebbe essere posta in sicurezza installando "adeguata segnaletica stradale che indichi i limiti di velocità, le curve pericolose, il movimento di automezzi in prossimità della Chiesa vecchia, il divieto di accesso a camion, se non frontisti, o per operazioni di scarico e carico merci".

Altro punto dolente di San Cipriano, secondo Guerra, sarebbe rappresentato da un fosso in via Risere. "Torno a richiedere, come ho già fatto con la precedente Amministrazione, e sempre inascoltato (colpevole superficialità?) - si legge nel documento dell'esponente di opposizione -  che si trovi urgente ed adeguata soluzione alla situazione sgradevole e pericolosa che si è venuta a creare in conseguenza dei lavori eseguiti dal Comune diversi anni fa e che sono consistiti nel ripulire un fosso di scolo delle acque adiacente alla strada ed alle abitazioni. Così facendo - spiega Guerra - si è venuta a creare una 'vasca' dove l'acqua ristagna invece di defluire verso il canale di scolo Pentia" con rischi di carattere sanitario e disagi dovuti ad "odori nauseabondi dell'acqua stagnante". "Vi sono inoltre anche dei lampioni - aggiunge - che rischiano di cadere in quanto la base di sostegno è quasi totalmente scoperta".

Il consigliere infine pone in rilievo "la carenza in tutto il territorio Comunale di adeguata segnaletica ed illuminazione stradale a tutela della sicurezza dei Cittadini", insistendo sul fatto che gli argomenti esposti sono stati oggetto più volte, nel corso della passata legislatura, di segnalazioni rimaste però inascoltate.