TITO2.jpg (4360 bytes)
   

Calmatevi

voi

   
POLO.jpg (12374 bytes)
         
Guerra: caro Damelico, perché il candidato del centrosx  avrebbe posto il veto su Sartor?
Damelico: è falso, queste sono solo dicerie
  

 

15 aprile 2004

Mi permetto di rispondere al Sig. Damelico in quanto sono stato chiamato in causa dalla sua affermazione:"le opposizioni dipingono strumentalmente l'amministrazione come gli torna più utile".
Non posso credere che tutto il malcontento che c'è nella gente,ed è tanta,l'abbiamo creato noi con il nostro modo di dipingere,altrimenti saremmo dei veri artisti.
A parte le battute,credo che la gente sia in grado di giudicare l'operato di una amministrazione molto più obbiettivamente di lei e di noi,se non erro lei è stato segretario del partito PPI,quindi difficilmente criticherà le scelte fatte dai suoi beniamini,semmai,come sta tentando di fare, vorrà dipingere la Giunta uscente come la migliore di tutte.
Forse chi si deve dare una calmata siete proprio voi.
Nessuno dice che questa amministrazione non ha fatto nulla anzi di danni ne ha fatti anche troppi:la piscina (Casale sul Sile insegna), non è stato rispettato il piano asfaltature strade (vedi via Trento Trieste), piste ciclabili mai realizzate (se non su carta), tasse aumentate, la raccolta differenziata, aree PEEP ancora da realizzare (se non su carta), servizi diminuiti,discariche (poco hanno fatto quando serviva, dobbiamo ringraziare l'associazione ambientalista di Musestre se le cose,con il tempo, sono migliorate), l'allontanamento di industrie importanti sia per la storia che per il futuro del nostro Comune, rete fognaria insufficiente,nuova area commerciale nella zona adiacente alla strada "Treviso Mare" mettendo a rischio le attività, quelle rimaste, presenti nei centri delle varie frazioni,la "bellissima" piazza davanti al Municipio ( più di 500.000 euro investiti) con annesso il mega fabbricato in costruzione nella zona antistante e tanto altro ancora.
Questa lista dovrebbe convincerla che le nostre critiche hanno un senso,non sono fatte per strumentalizzare nessuno.
Vorrei porle anche una domanda:se questa amministrazione ha lavorato cosi' bene, come sostiene lei, non si spiega come mai il vostro prossimo candidato Sindaco ha tentato, addiritura mettendo un veto sulla sua candidatura, di mettere fuori dalla sua squadra sia il Sindaco uscente che qualche personaggio dell'attuale Giunta?
Come si spiega tutto ciò?
Lei mi insegna che un nuovo candidato Sindaco, normalmente, pretende l'appoggio dell'amministrazione uscente.
Comunque in questi mesi abbiamo appurato che c'è molta gente che la pensa come noi, molta più di quel che immagina e mi sento di poter dire che l'unica vera alternativa a questa maggioranza è la nostra lista con un candidato Sindaco che vive e lavora nel nostro Comune(spero sia finito il periodo del Sindaco che vive fuori dal Comune che lui deve rappresentare);approposito il vostro candidato dove vive?
Noi cambieremo politica a Roncade, saremo una amministrazione al servizio del cittadino,faremo più iniziative per la famiglia,per i giovani e per gli anziani, rivedremo tutto quel che concerne il sociale,più collaborazione con le tante associazioni esistenti nel territorio; a tal proposito ho proposto al mio candidato Sindaco Zerbinati Guido l'istituzione di un assessorato dedicato proprio al volontariato, e qui mi fermo. Non voglio aggiungere altro o, come già successo in passato, ci copiano il programma.

CONSIGLIERE COMUNALE
GUERRA MAURIZIO


16 aprile 2004

Gentile sig. Guerra, ho letto con simpatia la sua risposta alle mie "critiche" al Gladiatore e ho trovato il suo scritto alquanto confortevole: tutte qui le critiche dell'opposizione?
L'elenco delle cose mai fatte o fatte male si commenta da se.
Certo che si poteva fare di più e anche meglio, l'ho gia detto io, ma come la mettiamo con quello che è stato realizzato in più rispetto al programma elettorale?
Ognuno di noi ha delle priorità e delle idee diverse che molto spesso ci portano a giudicare negativamente quello che non condividiamo, quindi ben difficilmente si riesce ad accontentare tutti, fin troppo facile criticare, meno, molto meno, governare.
Quello che non mi sta bene è che si sia lamentato delle tasse perché da consigliere comunale dovrebbe ben conoscere la protesta dell'ANCI: meno trasferimenti da Roma più problemi di sopravvivenza degli enti locali (tutti gli enti locali).
Le sue lacrime le deve quindi spedire ad un indirizzo diverso e precisamente al "Suo" governo a Palazzo Chigi.
Fa parte del gioco delle parti sfruttare ogni occasione per portare acqua al proprio mulino e una certa parte di zizzania la si deve mettere nel conto, ma non esageri.
La misura era gia colma e Lei mi va a risollevare il caso discariche; se la prende con l'amministrazione roncadese che ha dovuto spendere diverse lirette dei contribuenti per difendersi, quando anche in questo caso chi voleva riempirci di sozzerie era la sua parte politica al governo della Regione.
Ci sono ancora altre quisquilie che mi poteva risparmiare ma in quanto tali "passa e non ti curar".
Piuttosto La smentisco su un punto dove penso abbia alquanto azzardato: il veto su Sartor.
Le posso assicurare nella maniera più assoluta che mai e poi mai è stato posto tale veto, Lei evidentemente ha frequentazioni poco informate e si è lasciato abbindolare dalle dicerie.
Ossequi.

Damelico Luciano