TITY.jpg (7413 byte)
   

Una voce

nel deserto

   
VOLTAIRE.jpg (9357 byte)
         
Solo la cultura ci può salvare da intolleranza e aggressioni all'ambiente.
Una proposta per fare di Roncade una città di pensatori con il gusto della provocazione
  

 

7 ottobre 2004

Sarà anche utopia, ma proviamo ad immaginare un mondo guidato dalla ragione dei Rousseau, Voltaire, Beccaria e con lo spirito critico, liberale e democratico di Montaigne, Kant, Bentrand Russel.
Contrariamente e con caparbietà, ci trastulliamo da sempre con patrie, religioni, etnie, tradizioni e via elencando.

Pur lasciando il "siamo tutti fratelli" alle anime pie, il percorso per la pacificazione non può prescindere dalla condivisione di concetti unanimemente condivisi e, libertà, pace e giustizia, possono essere le idealità senza confini e quindi valide "per tutti".
Certo è difficile, molto difficile superare quelle incrostazioni ideologiche che assimiliamo sin dal primo vagito, anche perché siamo subordinati alla volontà del "potere" (economico, politico, religioso) di mantenere l'egemonia acquisita: lo status quo che permette, garantisce e perpetua una considerevole rendita di posizione.

Ci sono poi i nuovi profeti che insinuano antiche ricette integraliste, di secessione, di razzismo, di intolleranza e quant'altro, trovando sempre nuovi proseliti.
Non occorrono grandi intelligenze per capire che siamo ad un passo dal baratro.
Siamo entrati nel terzo millennio con la drammatica accentuazione dei mali di sempre: povertà, fame, guerre, sfruttamenti, ingiustizie, con l'aggiunta dell'indiscriminato depauperamento ambientale.

Che fare?
Solo la cultura ci può salvare dall'ignoranza gretta e autolesionista.
L'uomo di cultura comprende e supera le diversità; l'ignorante discrimina e accentua i problemi.

Rischiando di essere la classica voce nel deserto, alcuni roncadesi hanno in animo di scuotere le coscienze organizzando degli eventi anche su temi "provocatori".
Sulla falsariga di Modena (ma anche di altre località) dove ben 75.000 persone si sono ritrovate a sentir parlare del bello e del buono e a rispondere a domande sull'essere, cercano di rendere possibili analoghe manifestazioni anche nel nostro territorio.
L'attuale amministrazione si dimostra sensibile e disponibile.
Si cercano partners.

Ossequi

Luciano Damelico