TITO2.jpg (4360 bytes)
   

I conti

del 2004

   
BILANCIO.jpg (13694 byte)
         
La relazione dell' assessore comunale al Bilancio, Cesare Miotto, con le novità per l'anno in corso
  

 

26 febbraio 2004

Telesorveglianza, fondo di garanzia per situazioni disagiate, più risorse alla Protezione Civile sono alcuni dei nuovi interventi proposti dall'assessore al Bilancio, Cesare Miotto, nell'illustrare i conti per il 2004.

Sulla manovra grava il taglio dei trasferimenti statali per 82 mila Euro ma questo non peserà ulteriormente sulle tasche dei cittadini.

Di seguito il testo della relazione di Miotto al Consiglio Comunale

B I L A N C I O 2004

N o v i t à

E N T R A T E

Taglio dei trasferimenti considerati € 82.520, scelta precauzionale.
Tariffe comunali invariate per non gravare sulle famiglie, unico aumento un adeguamento parziale all'inflazione del costo loculi;

- ICI aumento del valore di un'area industriale sulla Tv mare dovuto alla possibilità di insediamento di medie strutture di vendita,
adeguamento dovuto ad un oggettivo maggior valore di mercato;

- nuovo valore delle aree PEEP, presa d'atto del valore di esproprio.

I M P E G N I

Applicazione al 100% degli ammortamenti
TRATTASI DI UN ACCANTONAMENTO NON OBBLIGATORIO, che è pari a € 53.633.

Queste risorse consentiranno interventi di manutenzione straordinaria o di altra natura, programmati o imprevisti.

Si tenga conto che questa è una rarità nei comuni, come ha avuto modo di far notare anche il collegio dei revisori.

Vi è un aumento degli stanziamenti nei servizi e in campo sociale, in particolare:
Ricoveri indigenti con uno stanziamento di oltre 210.000 € con più 61.000 €
Per l'assistenza domiciliare
Per le scuole, per i libri di testo, le mense e i trasporti;
Si è inoltre ritenuto di accogliere la richiesta di aiuto degli asili nido integrati con 16.708 €
Infine, un aumento degli stanziamenti per centri estivi, progetto estate;

INOLTRE SI PROPONGONO DEI NUOVI INTERVENTI

Fondo di garanzia per situazioni di disagio nelle famiglie (abbandoni separazioni o altro);
Appalto manutenzione del verde di grandi aree pubbliche;
Appalto manutenzione pubblica illuminazione;
Telesorveglianza degli edifici pubblici, in particolar modo per quelli scolastici;
Vi è un nuovo significativo stanziamento per la Protezione civile si è ritenuto di iniziare con 1 € per abitante;
Visto che determinate questioni fino ad ora sono sembrate irrisolvibili, si sono decisi degli interventi concreti a favore dell'agricoltura per risolvere annosi problemi di irrigazione e sgrondo di acque piovane;
Acquisto di una nuova auto in sostituzione di un mezzo obsoleto;

INFINE VI E' LA RIPROPOSIZIONE DI VECCHI INTERVENTI
quali:
Rinnovo appalto gestione dei cimiteri;
Terzo sfalcio delle banchine stradali;

SI TENGA CONTO E SI CONSIDERI INOLTRE CHE VI SONO

Spese per i rifiuti del comune con impegni non indifferenti, oltre 68.856 €;
Previsione di spesa per un dipendente nuova biblioteca;
Spese per le elezioni amministrative;

Tutto questo non aumentando entrate proprie e non in maniera artificiosa, ma anzi diminuendole:

I N F A T T I
l'addizionale Irpef è pari a quanto incassato al 31/12/2002;
minor entrata ICI (si è considerato anche l'effetto vincolo Ca'Tron) con una diminuzione di € 82.751,32.
In questo settore continuano ad essere presenti 38.987,41 € di rimborsi.
Si evidenzia che
Dal 2000 sono stati restituiti ai cittadini ben 128.830 € circa, (quasi 250 milioni delle vecchie lire) per versamenti non dovuti, non mi pare poco. Nel mentre si sono fatte notifiche per accertamenti per un importo di circa € 1.663.000. Pari a quanto previsto di entrata corrente in questo esercizio finanziario.
minor introito di oneri, anche se di modesta entità, - per € 3.061,53. A questa entrata sono legate le spese di investimento;
diminuzione dei proventi da sanzioni amministrative per 29.219,61 €.
Naturalmente a questo và aggiunto il taglio dei trasferimenti detto all'inizio pari ad € 82.520.
Come indirizzo programmatico si prevede che qualora dovessero verificarsi maggiori entrate, queste saranno destinate a finanziare le spese di investimento onde diminuire il carico di mutui da contrarre.

Tutto questo senza aumentare la pressione fiscale sulle famiglie.

Per finire voglio esprimere la soddisfazione per il presunto rispetto, manca solo l'ufficialità, del patto di stabilità per l'anno 2003.
Di ciò ringrazio tutti i settori dell'amministrazione ed in particolare l'ufficio ragioneria e la dott.sa Biasiotto per l'attenzione e l'impegno profusi affinché questo importante risultato fosse possibile.

L'Assessore al bilancio