TITO2.jpg (4360 byte)
   

Case per

immigrati

   
IMMIG.jpg (15554 byte)
         
Siglato l'accordo con Unindustria, intervento in tempi rapidi
  

 

Sondaggio

6 settembre 2002

E' stato siglato oggi il protocollo d'intesa tra Unindustria Treviso e Comune di Roncade per la cessione in comodato gratuito per 25 anni di un terreno sul quale sarÓ costruita nelle vicinanze del centro per la Raccolta Differenziata (Cerd) una palazzina con 16 alloggi destinati a 40 lavoratori immigrati.
L'accordo, che fa seguito ad alcune altre iniziative analoghe promosse dagli industriali sul territorio della Marca per cercare di superare l'emergenza abitativa collegata alla manodopera non residente, prevede la realizzazione di un immobile, il cui costo e' di poco inferiore al milione di Euro, che sara' abitata da dipendenti di aziende associate a Unindustria, con un canone di locazione non superiore ai 250 Euro al mese e con contratti di affitto di durata fino a cinque anni.

Al termine del periodo di comodato lo stabile - per la cui realizzazione esiste una linea di credito privilegiata concessa a Unindustria da Cassamarca e che sara' costruito a cura di una societa' allo scopo costituita denominata ''Immobiliare Unindustria Srl'' - passerÓ di proprietÓ del Comune.
Il documento Ŕ  stato firmato dal presidente dell' associazione, Sergio Bellato (nella foto), e dal sindaco di Roncade, Ivano Sartor.

BELLATO.jpg (19168 byte)

Bellato ha detto di essere intenzionato a risolvere con strumenti di questo tipo, entro la scadenza del proprio mandato, i problemi abitativi che coinvolgono i circa 1000 immigrati alle dipendenze delle aziende associate e che corrispondono ad un terzo di tutti i lavoratori non residenti in provincia di Treviso.

 
In relazione alle reazioni manifestate negli ultimi mesi dalle forze di opposizione a livello comunale, Sartor ha voluto sottolineare che, trattandosi di un'operazione utile per tutta la comunitÓ, ''non esistono possibilitÓ di mediazione con l'amministrazione'' e che la necessaria variante al Piano regolatore generale sarÓ affrontata dal consiglio comunale entro questo mese.
Il progetto esecutivo, a cura di Unindustria, in base all'accordo sarÓ pronto entro i prossimi due mesi.